Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    07

    Jan

    2003


    Oggetti fuori dal tempo

    Le immagini che vedrete in questa pagina potrebbero far credere l'esistenza degli alieni o la possibilità dei viaggi nel tempo infatti gli oggetti in questione in realtà nel periodo in cui sono stati realizzati non dovrebbero esistere.
    * Le lampade di Dendera: In diversi luoghi all’interno del tempio tardo Tolemaico di Hathor a Dendera, in Egitto, strani bassorilievi sulle pareti intrigano da anni gli studiosi.Difficile, infatti, per loro spiegarne la natura, sulla scorta di temi
    mitico-religiosi tradizionali, ma nuove e più moderne interpretazioni ci giungono dal campo dell’ingegneria elettronica. In una camera, il pannello superiore, mostra alcuni sacerdoti egiziani che fanno funzionare quelli che appaiono come tubi oblunghi che compiono diverse funzioni specifiche.Ogni tubo ha all’interno un serpente che si estende per tutta la sua lunghezza. L’ingegnere svedese Henry Kjellson, nel suo libro "Forvunen Teknik"(tecnologia scomparsa) fece notare che nei geroglifici quei serpenti sono descritti come "seref", che significa illuminare, e ritiene che si riferisca a qualche forma di corrente elettrica. Nella scena, all’estrema destra, appare una scatola sulla quale siede un’immagine del
    Dio egiziano Atum-Ra, che identifica la scatola quale fonte di energia. Attaccato alla scatola c’è un cavo intrecciato che l’ingegner Alfred D. Bielek identifica come una copia esatta delle illustrazioni odierne che rappresentano un fascio di fili elettrici. I cavi partono dalla scatola e corrono su tutto il pavimento,arrivando alle basi degli oggetti tubolari, ciascuno dei quali poggia su un sostegno chiamato "djed" (lo Zed) che Bielek identificò con un isolatore ad alto voltaggio. Ulteriori immagini trovate all’interno della cripta mostrano quelle che potrebbero essere altre applicazioni del congegno: sui bassorilievi si vedono uomini e donne assisi sotto i tubi, come in una postura per creare una modalità ricettiva. Che tipo di trattamento irradiante vi si stava svolgendo?

     

    *Foto misteriosa scattata sulle travi del soffitto
    di un tempio di 3000 anni fa:il tempio del Nuovo Regno,
    dedicato al dio maggiore del pantheon egizio, Osiride,
    collocato a parecchie centinaia di miglia a sud del Cairo
    e la Piana di Giza, a Abydos. Come si può notare, si
    scorgono le immagini di un elicottero, di un sottomarino,
    di un aereo e di un aliscafo! Ancora una volta sembra che
    gli Antichi Egizi fossero a conoscenza della tecnologia che
    usiamo oggi.

    *6 alianti di legno in una delle piramidi di Saqqara.

    Anche se 5 di essi sono andati distrutti, uno si trova
    ancora nell'Ultima Stanza Dinastica al museo egizio
    del Cairo, nella collezione degli uccelli di legno.
     

     

     

    * la mummia di Usermontu ha una protesi metallica di 23 cm
    sulla sua gamba sinistra, all'altezza del ginocchio inserita tramite
    una complessa operazione chirurgica ad un sacerdote vissuto
    durante la 26° dinastia ( 656 - 525 a.C. )
    ( in foto la radiografata in due angolazioni differenti ).
     

     

     

     

    *Teschio al quarzo, scoperto nel 1927 da F.A. Mitchell-Hedges
    sulla cima di un tempio in rovina nell'antica civiltà Maya.
    Il teschio era fatto di un singolo blocco di quarzo alto 12 cm, lungo 17 e largo dodici.
    Le sue proporzioni corrispondono a quelle di un piccolo cranio umano, dai dettagli perfetti.
    Molte anomalie vennero riscontrate durante gli studi effettuati nel 1970.
    Non furono usati strumenti di metallo per modellare il quarzo,
    che era stato trattato senza badare assolutamente all'asse naturale del cristallo,
    situazione impensabile nella moderna arte della lavorazione del quarzo.
    Secondo gli studiosi gli venne dato un primo abbozzo di forma usando
    probabilmente il diamante.
    La fase di lucidatura e forma finale dovrebbe essere stata condotta
    con sabbia di cristalli di silicio e acqua.
    Se questo fosse vero, avrebbe richiesto 300 anni di lavoro continuo
    per ottenere tale risultato.
    Ad oggi, dopo essere andati sulla Luna e aver scalato montagne,
    sarebbe impossibile riprodurre un simile oggetto.


    * I dischi di Bayan Kara Ula, durante una spedizione in una catena
    montuosa che corre lungo il confine Cinese/Tibetano, l’archeologo
    Chi Pu Tei scoprì diverse cave all’interno delle quali furono rinvenuti
    scheletri che presentavano strane caratteristiche.
    Il cranio era enormemente grande rispetto al resto del corpo e l’altezza
    media si aggirava attorno a 1,50m in più furono ritrovati dischi di pietra
    bucati al centro e interpretati come manufatti extra-terrestri.

     

     

    *Misteriosa incisione molto antica rinvenuta in Giappone
    che sembra rappresentare uno strano velivolo.
    Notate la presenza di "propulsori" sia sotto le ali che sulla coda.

     

     

     

     

     


    * La Navicella di Toprakkale, ritrovata a Tuspa in Turchia e
    risalente a 3000 anni fa, sembra rappresentare una navicella volante con tanto di ugelli e pilota o addirittura potrebbe rappresentare una possibile macchina del tempo.

     

     

     

     



    * I Jet d'oro Precolombiani risalenti al 1000 d.C.
    La conclusione degli studiosi è che non rappresenti
    alcun animale, in quanto le ali sono molto rigide e a delta.
    Il timone è di forma triangolare, a superficie piatta e rigidamente
    perpendicolare alle ali.
    A rendere più fitto il mistero, sulla parte laterale sinistra del timone
    appare un'insegna, esattamente dove si pone nei velivoli odierni;
    l'insegna è ancora più "fuori posto" di tutto l'oggetto, in quanto si
    tratterebbe della lettera aramaica Beth o B: questo starebbe ad indicare
    che l'oggetto non è originario della Colombia, ma antecedente:
    forse appartenente a una qualche popolazione del Medio Oriente
    che conosceva il segreto del volo.




    * La batteria di Baghdad, datata tra il 250 a.C. e il 250
    d.C., considerata essere stata utilizzata per placcare dei pezzi
    di metallo, più probabilmente sarebbe un contenitore per rotoli
    sacri di papiro.

     

     




     

    * le pietre di Ica, Perù: ventimila pietre e tavolette decorate con un grande
    assortimento di incisioni, alcune delle quali fuori luogo e anacronistiche.
    Il proprietario è il fisico, archeologo dilettante e geologo, dottor
    Javier Cabrerà Darquea; la maggior parte del materiale impiegato
    è andesite grigia, di matrice granitica, semi cristallina,
    molto dura, difficile da incidere.
    La gente della regione è solita rinvenire tali pietre da secoli,
    sin dal 1500; sulle pietre sono raffigurate scene di chirurgia e pratiche
    mediche molto sofisticate, in alcuni casi molto più avanzate dei giorni nostri:
    sono rappresentati tagli cesarei, trasfusioni di sangue, l'agopuntura come
    anestetico, delicate operazioni ai polmoni o ai reni e la rimozione di tumori.
    Ci sono anche immagini dettagliate di operazioni a cuore aperto o al cervello
    e pietre che descrivono un trapianto di cuore, seguendone tutta la procedura.
    Alcuni dottori hanno verificato che nelle pietre viene mostrato perfino
    un trapianto di cervello, a dimostrare che i chirurghi della preistoria erano
    altamente più avanzati di noi in fatto di medicina.

    * Il Teschio dello Zambia, o "Teschio di Broken Hill", un
    Photograph:The Kabwe cranium, found in 1921 at Broken Hill, Northern Rhodesia (now Kabwe, Zambia), and originally called Rhodesian man. The skull is now considered to be representative of Homo heidelbergensis.
    cranio umano risalente a 150-300.000 anni fa (le prime datazioni
    lo ponevano a 38.000 o a 70.000 anni) che presenta sulla tempia
    sinistra un foro perfetto, privo di linee radiali, come se gli
    avessero sparato con una pistola od un fucile. Il foro può essere
    spiegato più prosaicamente come una ferita dovuta al canino di un
    grosso predatore, o a una foratura artificiale del cranio,
    pratica rituale usata per scacciare gli spiriti maligni

    * Le statuette di Acambaro, cittadina nei pressi di
    Guanajuato nel New Mexico, scoperte nel 1945, che
    raffigurerebbero dei dinosauri tra cui un brontosauro un
    anchilosauro e un iguanodonte e datate da analisi scientifiche a
    circa 2.500 anni fa: sono considerate dagli antievoluzionisti una
    prova della contemporanea esistenza di esseri umani e dinosauri,
    mentre sono considerate un falso dagli scettici;

    * La Pagoda nera di Konarak in India, costruita del XIII
    secolo la cui colossale pietra sommitale viene ritenuta non
    collocabile senza macchinari moderni.

     

     

     

     

     

    * Il mortaio con pestello rinvenuto nella Table Mountain
    (California, nella contea di Tuolumne, in uno strato di roccia
    risalente al Terziario e datato tra i 33 i 55 milioni di anni;

    * Gli oggetti microscopici rinvenuti presso le rive del
    fiume Narada in Russia sulla catena degli Urali, costituiti da
    elementi che si avvolgono a spirale, alcuni della grandezza di 3
    micron, in rame, tungsteno e molibdeno, interpretati come antichi
    esempi di nanotecnologia;

    * Il muro di Heavener, in Oklahoma, lungo 130 metri, in
    calcestruzzo levigato, venne ritrovato nel 1928 da un certo Atlas
    Almond Mathis, in un filone di carbone datato 285 milioni di anni.

    * Una protesi metallica, in ferro puro, lunga 23 cm presente
    nella gamba della mummia del sacerdote Usermontu risalente alla
    XXVI dinastia egizia (656 a.C. -525 a.C.).

    * Il teschio della Yakuzia', di un bisonte, regione della
    Russia. Analogo al caso del Teschio dello Zambia. Al centro della
    fronte è visibile un foro rotondo che potrebbe essere stato
    causato da una pallottola. Secondo i paleontologi questa specie
    sarebbe vissuta tra i 30.000 e i 70.000 anni fa.

    * Una scatola nera con lamine d'argento e un cristallo,
    ritrovata in una tomba cinese della fine del VI secolo a.C. e
    intepretata come una primitiva radio a galena.

    * Un manufatto di cristallo di rocca rinvenuto a Heluan in
    Egitto e risalente all'epoca del faraone Semempses e interpretato
    come una lente di cristallo molata.

    * Un blocco di pietra squadrato rinvenuto a Baalbek in
    Libano pesante 1.050 tonnellate, di cui si ritiene impossibile la
    movimentazione senza macchinari moderni.

    * L'obelisco non finito di Assuan in Egitto, abbandonato
    nella cava, pesante 1.150 tonnellate, anch'esso ritenuto
    impossibile da muoversi.

    * I tubi di Baigong in Cina, tubi metallici rinvenuti in una
    grotta nella provincia di Qinghai, e nelle vicinanze,
    interpretati come antiche condutture.

    * La fibbia di alluminio cinese rinvenuta in Cina, risalente
    almeno al 265 d.C. e realizzata in alluminio per l'85% della sua
    composizione.

    * I tubi metallici rettangolari modellati rinvenuti nel
    1968, a San Jean del Livet Francia, contenuti in un calcare
    risalente a 65 milioni di anni fa.

    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti


    Commento di todisco tommaso:

    La spiegazione più plausibile è quella che l'uomo abbia raggiunto in un passato molto remoto vette altissime di civilizzazione. Una successiva caduta o distruzione della civiltà per cause naturali (meteoriti, glaciazioni o altro) ha distrutto l'impalcatura sociale ed economica dell'epoca. (Vi sono delle rocce polarizzate o magnetizzate nel senso inverso come se il pianeta avesse invertito il suo senso di rotazione a seguito dell'impatto di un corpo celeste di grosse dimensioni. Lo stesso uomo o essere dell'epoca potrebbe aver causato la caduta (vedi la situazione attuale). Il tempo avrebbe cancellato tutto o quasi. Un edificio moderno senza manutenzione non durerebbe poù di 100 anni sopraffatto dalle intemperie o dalla vegetazione. Figuriamoci in migliaia o milioni di anni. Questi oggetti potrebbero essere i residui di una antica civiltà. Anche le piramidi sia ad opera dell'uomo che delle intemperie mostrano segni di degrado. Hanno trovato la forma di una vite in un deposito roccioso non ricordo dove come altri oggetti di cui ho sentito parlare. Non sapremo mai la verità ma penso che ci avviciniamo ad un tracollo di questa civiltà.Tommaso


    Commento di mondomisteri:

    Condivido pienamente il tuo commento tranne sul modo in cui avviene l'inversione magnetica. Infatti l'inversione del campo magnetico terrestre avviene a causa di una fortissima intensità solare che annulla il nostro campo magnetico e, terminata l'attività solare, il nostro pianeta potrebbe assumere il verso inverso al precedente, tutto ciò dipende dal flusso finale della tempesta solare; infatti le tempeste solari regolarmente avvengono ogni 11 anni, ma sono molto rare le tempeste in grado di annullare il campo magnetico della terra causando una possibile inversione. L'ultima inversione è avvenuta poco più di 40milioni di anni fa.


    Commento di antonio:

    il mondo e molto piu vecchio di quanto sappiamo le antiche civilta si sono trasformate in religioni. forse la chiesa sa ma tace. forse dio era l’internet di milioni di anni fa


    Commento di Marco:

    Sono fermamente convinto che non siamo soli nel mondo.L’ipotesi che la terra in passato sia stata abitata da civiltà molto evolute è plausibile, ma i residui tecnologici sono pressocchè assenti.Io credo che l’evoluzione dell’uomo è merito anche di un aiuto extraterrestre, che molte tecnologie in nostro possesso sono frutto di studi extraterresti.Spero di vivere abbastanza per vedere l’arrivo degli extraterresti


    Commento di max:

    la terra è più vecchia di quel che noi supponiamo..è se fosse l'uomo l'alieno che stiamo cercando?? i cambiamenti ciclici terrestri sono repentini e non graduali..la verità è da ricercare nelle cose semplici e chiare non in quelle complesse..se un mammut viene congelato all'istante col cibo ancora tra le fauci cosa significa?


    Commento di Kosmo Zirpoli:

    L'argomento è sempre interessante ed intrigante, anche a distanza di oltre 40 anni, ricordate i libri di Kolosimo?
    Forse il punto da cui dovrebbe partire una indagine seria è l'attendibilità dei reperti, ma tra entusiasti e detrattori credo che ci vorrà ancora molto tempo prima di giungere alla risoluzione del mistero..


    Commento di Kosmo Zirpoli:

    L'argomento è sempre interessante ed intrigante, anche a distanza di oltre 40 anni, ricordate i libri di Kolosimo?
    Forse il punto da cui dovrebbe partire una indagine seria è l'attendibilità dei reperti, ma tra entusiasti e detrattori credo che ci vorrà ancora molto tempo prima di giungere alla risoluzione del mistero..


    Commento di rino:

    anche io prima ero dll'idea che alieni venuti sulla terra in passato abbiano cambiato totalmente l'evoluzione dell'uomo ed è ancora molto plausibile dati i ritrovamenti.ma ieri stavi pensando anche all'ipotesi che umani venuti dal futuro abbiano segnato il normale svolgersi dell'evoluzione perchè è stata trovata in egitto una lente convessa risalente a quell'epoca,una pila funzionante, un bulbo di lampadina contenente secondo me plasma.anche i teschi di cristallo credo che per intagliare il quarzo o cristallo anche adesso a stento raggiungeremo una tale precisione.inoltre non ricordo bene dove ma su di un muro si è trovato una serie di quadrati concentrici scavati nella pietra con una precisione accuratissima ottenibile solo con una fresatrice e sono moltissimi gli esempi e credo che ormai si sia persa una parte di storia di un importanza estrema perchè ci saremmo evoluti moltissimo senza inutili guerre per il dominio di terre.ma quello che si è perso con le medesime tribù non tornerà più


    Commento di jack:

    se una civiltà sconosciuta fosse veramente arrivata nella terra ed avesse aiutato un altra civiltà, tecnologicamente parlando, avremmo dovuto trovare chiari segni ovunque. non qualche geroglifico ma addirittura statue e costruzioni dedicate a questa ”gente” scesa dallo spazio etc.. immaginate che un alieno scendesse dallo spazio a roma nell’epoca dell’impero romano. oggi avremmo trovato milioni di riferimenti .


    Commento di marco:

    le piramidi e la sfinge non ti bastano?
    anche oggi è un’impressa difficile nonostante abbiamo i mezzi necessari per costruirle


    Commento di GABRIEL:

    Secondo me bisognerebbe cambiare i libri di storia.
    Noi proveniamo dalle stelle aiutati da coloro che ci hanno creato modificando il DNA della scimmia.
    Un saluto a tutti


    Commento di annie:

    proveniamo da un altra galassia ......saluti a gabriel


    Commento di annie2:

    e comunque condivido il commento di gabriel


    Commento di Gaetano Violante:

    All’inizio del secolo scorso, molti esploratori ”terrestri”, scoprirono civiltà indigene che abitavano all’interno delle foreste più grandi e intricate della terra. Per trasposizione, possiamo ben dire che gli esploratori, a modo loro rappresentavano gli alieni per quelle popolazioni. Ebbene, cosa hanno fatto gli esploratori, una volta scoperto questi popoli primitivi: hanno cercato di civilizzarli o per lo meno cercato di elevarli ad una condizione di vita più civile, e di ciò, ancora oggi, ne è rimasta traccia tangibile del loro passaggio. Per questo ritengo che, se popolazioni aliene avessero preso contatto con popolazioni terrestri in epoca passata, molte sarebbero le loro tracce.


    Commento di Gabriel :

    ce ne sono di tracce lo vedi anche su questo sito che ne parla........un esempio?! I JET D’ORO PRECOLOMBIANI secondo te da chi son stati fatti?
    un saluto GABRIEL


    Commento di Mic:

    noi siamo la creazione di qualche civilta’ venuta sulla Terra molti anni fa.
    Oggi anche l’uomo prova a creare, o modificare nei laboratori cellule, DNA.
    Pensate a civilta’ avanti di milioni di anni, non migliaia.
    Solo a pensare, noi siamo piccoli in tutt i sensi e loro saranno quel Dio che noi chiamiamo.
    Se fosse vero, in quel libro chiamato Bibbia, ci sono molte storie che parlano di anngeli venuti qui sulla Terra, che si sono accoppiati con le persone sulla Terra, donne.
    Anche avranno modificato il nostro DNA per aiutarci a capire meglio.
    Le razze son una prova. Non credo che a secondo il paese, dopo migliaia di anni, nascono persone con gli occhi a mandorla, o di colore nero.
    Secondo me, sono il risultato di altre razze venute da altri mondi, galassie o dimensioni.
    Noi siamo un mix, siamo ancora giovani riguardo al progresso.
    Purtroppo qui sulla Terra, ci sono molte persone che pensano solo al male, alla corruzione, a fregare gli altri.
    Penso che la Terra e’ uno di pochi pianeti o unico dove c’e’ piu’ casino e immondizia in tutti i sensi.


    Commento di danny:

    sono d accordo con mic.un saluto


    Pubblica il tuo commento

    Mail (facoltativa)

    mail
    Nome*

     
    Commento*
         
    Testo di verifica*
    captcha codice
           
       

    Area riservata all'Amministratore






     







    Seguimi su Libero Mobile