Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    04

    Aug

    2010


    Attività solare del 4 Agosto 2010

    AuroraBoreale.jpg

    Le aurore mozzafiato annunciate ieri dagli scienziati sono avvenute puntuali e la scorsa notte hanno illuminato di bagliori colorati di verde, viola e rosso non solo i cieli polari ma anche quelli dei Paesi posti a latitudini più basse, come il Nord Europa e il Nord America.

    Spettacolari foto sono state scattate per esempio in Danimarca, Canada, Stati Uniti. Ma l'allerta aurore prosegue e secondo gli scienziati le 'luci del nord' si manifesteranno anche nella prossima notte. Il fenomeno è dovuto al 'risveglio' del Sole, che dopo un lungo sonno è entrato in piena attività, con brillamenti, tsunami di gas ed eruzioni solari, le cosiddette espulsioni di massa coronale che hanno lanciato tonnellate e tonnellate di plasma (ovvero particelle cariche elettricamente) nello spazio interplanetario.

    Questa nube di particelle ha fatto rotta sulla Terra e quando è arrivata ha provocato una tempesta geomagnetica molto intensa. Le particelle solari hanno colpito le particelle dell'atmosfera terrestre che, bruciando, sono diventate luminose e hanno dato luogo a uno spettacolo di luci colorate con sfumature dal verde al viola, al rosso che per l'intensità della tempesta si sono viste anche a latitudini insolite per questi fenomeni, più base di quelle polari.

    La seconda nube di particelle proveniente dal sole è attesa nella notte compresa fra oggi e domani e gli scienziati del Noaa (National Oceanic and Atmospheric Administration) stimano che nell'atmosfera terrestre vi sarà una tempesta geomagnetica ancora più intensa di quella avvenuta la notte scorsa, con possibili aurore ancora più straordinarie.

    L'aspetto negativo di queste potenti tempeste geomagnetiche provocate dall'attività solare, avvertono però i ricercatori americani del National Center for Atmospheric Research, a Boulder, in Colorado, sono "gli impatti negativi che potrebbero verificarsi sui sistemi di navigazione e comunicazione terrestri".



    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti



    Fatal error: Call to undefined function session_is_registered() in /membri/mondomisteri/Menudati/Commenti/scrivi.php on line 101