Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    21

    Jan

    2009


    Rabdomanzia

    Termine derivante dal greco 'ràbdos' = bastone che nella sua forma originaria era una tecnica di divinazione con la quale colui che la praticava riusciva ad individuare nel sottosuolo sorgenti d'acqua, oggetti nascosti ed una moltitudine di cose.
    E' però vero che la figura del rabdomante è legata saldamente al cercatore d'acqua che con la sua bacchetta a forcella (bacchetta divinatoria), vaga su sentieri invisibili seguendo falde sotterranee.
    Le prime notizie documentate risalgono al '500 in Germania. Successivamente nel '600 questo fenomeno fu studiato scientificamente.
    Sul finire del '800 fu ipotizzato che i movimenti della bacchetta erano dovuti a movimenti inconsci ed incontrollabili del soggetto che reggeva la bacchetta e che nei casi di ricerche con esito positivo, si trattava di una semplice coincidenza.
    Nel 1915 il fenomeno fu ufficialmente riconosciuto.
    Secondo uno dei primi antichi studiosi del fenomeno, ogni rabdomante sarebbe sensibile ad un particolare tipo di oggetti obbiettivi della ricerca. L'ipotesi sarebbe confermata dal fatto che la bacchetta non solo vibra ma ruota facendo perno su due rami della forcella, movimento impossibile da ottenere con movimenti muscolari.
    Oggi giorno è d'uso la rabdomanzia via carte topografiche e non più con ricerche sul campo. Questa tecnica che comunque fa ottenere risultati positivi darebbe conferma del fatto che tra il rabdomante e l'oggetto da ricercare si creerebbe un legame di chiaroveggenza che quindi escluderebbe energie fisiche a cui la bacchetta risponde per natura.

    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti



    Fatal error: Call to undefined function session_is_registered() in /membri/mondomisteri/Menudati/Commenti/scrivi.php on line 101