Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    27

    Apr

    2013


    Lacrime di cristallo

    lacrimecristallo.jpg

    Un caso trasmesso da poco alla televisione Italiana che ha incuriosito molti lettori è il quello di Hasnah Mohamed Meselmani, una bambina Libanese che sembra aver pianto lacrime di cristallo.
    Il fatto accadde quando la bambina aveva 12 anni (ora ne ha quasi 30) quando un giorno, il 28 marzo 1996, il padre di Hasnah urtò un bicchiere che si ruppe in tanti pezzi, la ragazzina intervenne per pulire ma i pezzi di vetro erano spariti.
    Il giorno dopo, a scuola, accusò dei forti dolori pungenti agli occhi e con grande stupore tutti videro scendere dal suo occhio sinistro due cristalli appuntiti.

    La ragazzina fu subito fatta visitare da un oculista che non trovò nessuna risposta medica alla sindrome.
    la ragazzina piangeva in media 7 lacrime al giorno.
    Subito la notizia fece il giro del mondo e la ragazzina attirò a se molti medici, giornalisti e soprattutto ammalati, vedendola come una miracolata.
    Molti altri medici la visitarono e tutti diedero lo stesso responso: era impossibile che il vetro si potesse creare all'interno del suo corpo e soprattutto che non provocasse nessuna lacerazione ai suoi occhi mentre usciva.
    Il ministro della difesa dell'Arabia Saudita, Il Principe Sultano Ibn Abdulaziz, si interessò al caso della bambina e si offrì di studiare esso stesso la bambina.
    Tre giorni dopo il rapporto fu fatto: la bambina soffriva di una forma di manie di protagonismo, per cui voleva essere sempre al centro dell'attenzione, quindi, si infilava, senza rendersene conto, i pezzi di vetro negli occhi per poi piangerli.
    Sono molti i casi in cui bambini si comportano in questo modo, soprattutto quando non hanno attenzioni da parte dei genitori.
    Alcuni studiosi hanno anche ipotizzato si potesse trattare di magia.
    Il caso si può quindi considerare risolto anche se rimane il dubbio del perché questi vetri, nel cadere non le provocassero lacerazioni agli occhi.



    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti


    Pubblica il tuo commento

    Mail (facoltativa)

    mail
    Nome*

     
    Commento*
         
    Testo di verifica*
    captcha codice
           
       

    Area riservata all'Amministratore






     







    Seguimi su Libero Mobile