Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    28

    Apr

    2013


    Piramide nel mare della Galilea

    piramide_lago_tiberiade.jpg

    In Israele, sul fondo del lago di Tiberiade (conosciuto anche come mare di Galilea) , gli scienziati hanno scoperto un’antica piramide: la sua datazione è stata stimata approssimativamente a 4 mila anni!

    Nei Vangeli viene descritto che in questo lago pescavano gli apostoli Andrea e Pietro. Gli scienziati hanno intenzione di stabilire quale fosse la funzione della piramide; secondo alcuni, la costruzione fu pensata fin dall’inizio come sottomarina e costituiva un vivaio di pesci.

    La gigantesca costruzione ha una forma conica, con un’altezza di dieci metri e un diametro di quasi settanta. La piramide è fatta di blocchi di basalto e pietra. Gli scienziati ritengono che possa senz’altro essere stata costruita dall’uomo. La probabilità che sia un rialzo dovuto all’influenza di processi naturali è estremamente bassa, sostengono i ricercatori. Ci fornisce un commento il collaboratore dell’Istituto di Archeologia dell’Università di Haifa Michael Aizenberg:
    Il mare non produce queste forme. Noi diciamo che appartiene all’”età del ferro” o magari anche a prima. In quel periodo vi erano costruzioni megalitiche. I grandi blocchi di basalto, quasi non lavorati, venivano piazzati in forme predefinite, anche a scopo religioso: ve ne sono numerosi esempi pure in Galilea. Tuttavia, per il momento non abbiamo trovato ceramiche, che ci darebbero la possibilità di effettuare una datazione. Se le pietre avranno forma geometrica, allora potremo esprimerci in modo più definitivo. Non dobbiamo spaventarci del fatto che l’oggetto si trovi sott’acqua. Non è molto lontano dalla famosa enorme collina, una delle più grandi necropoli di Israele, a Bet Yerah. In quei tempi vi sorgeva un’importante città.

    Durante il terzo millennio avanti Cristo questa città era una dei centri abitati più grossi della regione. Secondo lo scienziato, le pietre per la costruzione della piramide vennero prese non lontano. Per quanto riguarda invece la destinazione d’uso, gli scienziati preferiscono non saltare subito alle conclusioni. Secondo Michael Aizenberg, qui non si tratterrebbe delle analoghe celebri piramidi egiziane o di ziqqurat dell’antica Mesopotamia:

    Questo invece potrebbe essere un’edificio religioso. Bisogna ricordare che a quei tempi le immense necropoli e i luoghi di culto erano identici, non avevano differenze. Il nostro potrebbe essere un luogo di culto come il famoso Stonehenge in Inghilterra. Negli ultimi tempi costruzioni analoghe sono state rinvenute nel corso di ricerche in Turchia. La loro caratteristica è il cerchio megalitico fatto di rocce enormi, posizionate in un determinato modo in relazione al Sole e alle stelle.

    La questione più importante e più complessa probabilmente verte sul quando possa essere stata costruita l’opera. Alcuni scienziati non escludono che sia stato quando il lago ancora non era presente in questa regione. Questo è comunque un punto di vista discutibile, nota Leonid Beljaev, collaboratore scientifico superiore dell’Istituto di archeologia dell’Accademia russa delle Scienze:

    Finché non abbiamo dati sulla costruzione stessa, non vale la pena fantasticare; infatti tre-quattromila anni fa il lago, naturalmente, esisteva. Quanto sia cambiata la conformazione delle sue rive, occorre chiederlo agli specialisti. A me sembra che difficilmente possiamo aspettarci dal lago di Tiberiade dei riflussi d’acqua così elevati. E allora si potrebbe supporre che la piramide sia ancora più antica: in questo caso è ben poco probabile si tratti di una costruzione artificiale.

    Simili costruzioni sottomarine provocano sempre un acuto interessamento del mondo scientifico. Ricordiamo le ricerche della famosa Atlantide, che per il momento non si è riusciti a trovare. Naturalmente il caso della piramide sul fondo del lago di Tiberiade ha una proporzione molto diversa, ma chi può sapere quali scoperte faranno gli archeologi dopo un suo accurato studio.



    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti


    Pubblica il tuo commento

    Mail (facoltativa)

    mail
    Nome*

     
    Commento*
         
    Testo di verifica*
    captcha codice
           
       

    Area riservata all'Amministratore






     







    Seguimi su Libero Mobile