Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    13

    Mar

    2013


    Conclave 2013

    conclave_2013.jpg
    Seconda fumata nera Non è ancora stato raggiunto il quorum per l’elezione del nuovo Pontefice. I cardinali torneranno nella Sistina nel pomeriggio per le altre due votazioni in programma. Cresce l'attesa dei fedeli in Piazza San Pietro

    Secondo giorno di Conclave e seconda fumata nera. Anche nei primi due scrutini di oggi non è stato raggiunto il quorum per l’elezione del nuovo Pontefice. I cardinali torneranno nella Sistina nel pomeriggio per le altre due votazioni in programma. Ieri, alle 19.41, dal comignolo della Cappella Sistina si è levata una fumata che è apparsa subito nettamente scura, come previsto, annunciando che nessuno ha ricevuto i 77 voti necessari per essere eletto. I 115 cardinali elettori cardinali, divisi tra wojtyliani e ratzingeriani, si sono riuniti oggi alle 8.15 nella Cappella Paolina per la messa. Intorno alle 9.30 si sono poi trasferiti nella Sistina dove, dopo la preghiera dell’ora media, è iniziato il nuovo turno di scrutini.

    La cronaca ora per ora della prima giornata

    13.40 – Padre Lombardi: “Prime due fumate nere un fatto normale” - Secondo il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi, le due fumate nere, dopo i primi tre scrutini del conclave, sono un fatto “molto normale, non è segno di nessuna divisione” tra i cardinali. Lombardi ha ricordato che nel secolo scorso solo Papa Pio XII era stato eletto dopo tre scrutini e ha fatto anche una battuta sulle prime fumate: non hanno creato “nessun problema né agli affreschi Michelangelo, né alla salute dei cardinali”. Il portavoce ha poi aggiunto che Benedetto XVI segue “con molta attenzione e partecipazione” le fasi del Conclave da Castel Gandolfo.

    13.38 – Obama: “Un Papa americano agirebbe come tutti gli altri” – Nel dibattito sul Conclave s’inserisce anche il presidente degli Stati Uniti: ”Un Papa americano regnerebbe allo stesso modo di un Papa polacco, italiano o del Guatemala”, ha dichiarato Barack Obama in un’intervista alla Abc. ”Non so se ve ne siete accorti di recente – ha aggiunto Obama – ma la Conferenza Espiscopale dei vescovi cattolici negli Stati Uniti non sembra prendere ordini da me”.

    13.17 – Vittime pedofili in Usa: “Il nuovo Papa agisca ora”- In questi giorni del Conclave, “dobbiamo smettere di chiedere chi sarà il nuovo Papa, dobbiamo invece cominciare a chiedere cosa farà il nuovo Pontefice al fine di proteggere le future generazioni di bambini dagli abusi sessuali di sacerdoti, e al fine di riparare i danni fatti alle vittime di ieri e di oggi in tutto il mondo”. E’ quanto affermano Gary Bergeron e Bernie McDaid, fondatori dell’associazione americana Survivors Voice, organizzatori di un raduno mondiale di vittime di abusi.

    12.18 – Africa tifa Turkson, che però fa già discutere - Peter Turkson, ghanese di 64 anni, è stato ordinato cardinale da Giovanni Paolo II nel 2003 ed è l’attuale presidente del Pontificio consiglio della giustizia e della pace. “L’Africa è pronta per un Papa nero”, ha sentenziato un sondaggio condotto dalla Cnn in Africa, ma per quanto il nome di Turkson si ripeta, non viene dimenticata la sua intervista alla stessa emittente quando il cardinale associò l’omosessualità alla pedofilia.

    11.37 – Seconda fumata nera – Anche nel secondo e nel terzo scrutinio, quindi, non è stato raggiunto il quorum per l’elezione del nuovo Pontefice. I cardinali torneranno nella Sistina nel pomeriggio: sono in programma altre due votazioni. La fumata è arrivata quando ormai non si pensava che ci sarebbe stato il segnale di esito del voto dopo la prima delle due votazioni previste in mattinata. Il comignolo posto sul tetto della Sistina ha iniziato a mandare fumo che inizialmente è sembrato di colore incerto tra il nero e il bianco, poi sempre più denso è apparso chiaramente nero.

    L’analisi di Marco Politi: “Se tramonta Scola, la Chiesa è pronta per un Papa americano”

    11.19 – Nessuna fumata bianca, si attende l’esito della terza votazione - Segno che, a meno di clamorosi ritardi o intoppi nelle procedure, la seconda votazione dei cardinali elettori non ha avuto esito positivo. Il che fa suppore che si sta quindi già procedendo alla terza votazione e l’esito si avrà a partire da mezzogiorno.

    11.14 – Code ai controlli, cresce l’attesa dei fedeli - Aumentano i controlli sotto il colonnato di piazza San Pietro. Lunghe code di pellegrini ai metal detector prima di entrare in basilica per raccogliersi in un momento di preghiera. Stando ai dati forniti dal Comune di Roma sono circa un migliaio gli operatori di sicurezza impegnati nei controlli e nella sorveglianza attorno alla piazza.

    10.51 – Quindici suore recitano il rosario sotto la pioggia a S. Pietro - Le suore della congregazione “Piccole sorelle dell’agnello”, arrivate alle 10.00 in punto in piazza S. Pietro, pregano sedute su piccoli sgabelli, alternando il rosario a canti religiosi. Due o tre si proteggono con ombrelli, mentre le altre indossano impermeabili blu.

    10.33 – Gli “irriducibili” sotto la pioggia a S. Pietro - I fedeli “irriducibili” sfidano il maltempo e aspettano l’esito della seconda votazione del Conclave. Nonostante manchi ancora parecchio tempo alla prima fumata della giornata, molti fedeli si sono riparati sotto il colonnato, mentre molti altri, sotto gli ombrelli, si sono accalcati vicino ai fotografi ai piedi del sagrato. Anche oggi sui quattro maxi-schermi in primissimo piano c’è l’immagine del comignolo. Nella piazza una trentina di polacchi, che vivono in Inghilterra, sventolano bandierine del loro Paese e intonano canti della loro terra d’origine.

    10.08 – Il cardinale Scherer avanza nelle previsioni dei bookmaker - I favoriti, secondo gli allibratori, sono l’italiano Angelo Scola e il brasiliano Odilo Scherer, che avanza in lavagna e adesso, come riporta la società specializzata Agipronews, tallona l’arcivescovo di Milano, offerto a 3,75 da Paddy Power. L’investitura del cardinale brasiliano si gioca invece a 4,50.

    10.04 – In corso le operazioni del secondo scrutinio - Sono iniziate nella Cappella Sistina le operazioni del secondo scrutinio del Conclave, dopo quello di ieri pomeriggio che ha prodotto una fumata nera.

    09.56 – Cardinale Onaiyekan: “Il nuovo Papa potrà fissare limiti di età” - Lo dice alla Stampa il cardinale John Olorunfemi Onaiyekan, arcivescovo di Abuja, uno degli undici elettori africani da ieri pomeriggio riuniti in Conclave. “La questione che affrontiamo è per quanto tempo il Papa debba restare sul trono dopo i 90 anni di età”, ha detto, “io non perderei la mia fede nella Chiesa se il futuro Papa emanasse un Motu Proprio per stabilire il limite di età del Papa”.



    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti



    Fatal error: Call to undefined function session_is_registered() in /membri/mondomisteri/Menudati/Commenti/scrivi.php on line 101