utenti connessi
Razze Aliene -
Home » Ufo » Razze Aliene

Razze Aliene

Presunte Razze Aliene

Non avendo dei contatti diretti con gli alieni, mi attengo a riportare le varie descrizioni e i racconti di coloro i quali sostengono di avere dei contatti con esseri intelligenti diversi dall’uomo.

RazzeAlieneTuttavia tengo a sottolineare che si tratta solo di una panoramica sulle  informazioni disponibili e non la descrizione assolutamente veritiera delle  varie specie di alieni.
Infatti ci sono prove assolutamente concrete dell’esistenza solo degli alieni  Grigi e degli alieni “energetici”. Tuttavia, è innegabile la presenza ulteriore  di una specie aliena antagonista dei Grigi, anche se non se ne conosce con  certezza l’aspetto.
Alcune razze aliene sono benevole e mosse da intenti positivi nei nostri  confronti; altre razze sono malevole, animate da un desiderio di conquista e  caratterizzate da un comportamento assolutamente spietato nei nostri confronti.  Fra di loro esistono conflitti, condotti anche sul nostro pianeta. Infine vi  sono razze aliene completamente indifferenti verso di noi, che frequentano la  Terra solo per motivi di studio, o solo perché la Terra si trova su una rotta  spaziale.
Gli alieni o indossano lo scafandro, o indossano un’apparecchiatura per la  respirazione, o non indossano lo scafandro e né usano apparecchiature per la  respirazione.
I vari tipi di alieni più descritti sono:

I Grigi o EBE: Questa è la loro descrizione basata su elementi  oggettivi. A 13,3 anni luce da noi, esiste un sistema planetario con un sole più  piccolo del nostro e nove pianeti, di cui il terzo, il quarto, il quinto  abitati. In questo sistema planetario esiste una forma di vita intelligente  umanoide che noi chiameremo “Grigi” o EBE (EBE = Entità Biologica  Extraterrestre). I Grigi hanno una forma umanoide, di aspetto molto delicato, la loro altezza  media è 1m. Hanno un cranio molto grande rispetto al corpo (sono macrocefali),  con occhi molto grandi inclinati con grandi pupille e non hanno sopracciglia. Il  naso è appena pronunciato, formato da due piccoli orifizi, non hanno orecchie  esterne, la bocca è piccola e sottile senza labbra, hanno il mento a punta. Le  braccia sono lunghe in proporzione delle gambe, hanno 4 dita lunghe ed  affusolate, di cui uno è il pollice che ha quasi la stessa lunghezza delle altre  dita. I piedi sono piccoli e stretti, e quattro dita sono collegate da una  membrana. Non hanno capelli e non presentano peluria sul corpo, la pelle è di  colore grigio pallido (a causa del silicio) ed è liscia e delicata. Gli occhi dei Grigi in azione su pianeta come la Terra possono sembrare  completamente neri a causa dell’uso di una speciale lente a contatto protettiva  nera che copre tutto l’occhio, il cui scopo è quello di proteggere l’occhio dei  Grigi dalla luce degli ambienti terrestri, in quanto sulla Terra c’è più luce  rispetto al pianeta d’origine di questi alieni. I componenti principali del loro DNA sono silicio, idrogeno, azoto, ossigeno e  carbonio ( l’uomo ha il fosforo al posto del silicio). Il DNA dei Grigi è più corto del nostro. Il DNA alieno ha una tripla elica, cioè  il fatto che il silicio è sostituito al fosforo produce un’arricciatura di una  delle due eliche. I Grigi comunicano telepaticamente ed hanno un intelligenza molto elevata.  Infatti le loro comunicazioni sono più complesse di come le intendiamo noi e per  loro hanno rilevanza simbolismi universali che a noi sembrano complessi e non di  immediata decifrazione. La loro civiltà e il loro livello tecnologico sono evolutissimi, con conoscenze  totali in campo di ingegneria genetica, al punto da poter manipolare il DNA e  creare esseri intelligenti atti allo scopo voluto. Ma anche nel campo della  fisica non scherzano, dato che possono facilmente distorcere lo spazio a proprio  piacimento e fare cose del tipo passare attraverso oggetti solidi e viaggiare a  velocità molto superiori a quelle della luce (in realtà aggirano la velocità  della luce deformando lo spazio). Tra l’altro, il silicio permette ai Grigi di interfacciarsi direttamente con  strumentazioni elettroniche e chip vari, essendo una perfetta interfaccia  macchina-uomo. I Grigi pilotano il loro veicolo volante collegandosi  direttamente ad esso e costituiscono un tutt’uno con esso che diventa, così,  come se fosse “vivo” Il pianeta più importante del loro sistema planetario è il quinto, che  attualmente ha quasi 9 miliardi di abitanti. Giunti ad una certa fase della loro civiltà, in tempi remoti rispetto ad adesso,  i Grigi decisero di dover espandere la loro specie anche su altri pianeti in cui  è possibile sviluppare una forma di vita intelligente. Lo scopo di base è quello di far sviluppare forme di vita intelligente sul  pianeta in questione, guidando l’evoluzione al fine di creare animali umanoidi  perfettamente a loro agio su quel pianeta con cui incrociare gradatamente il DNA  dei Grigi e quindi far sviluppare forme di vita umanoide simili ai Grigi ma  adattate al pianeta in cui avvengono gli incroci. Dato che il sistema planetario dei Grigi ha altri due pianeti abitati, sempre  colonizzati dai Grigi, esistono anche delle varianti di tale specie di alieni.
I Grigi o Reticuliani: Questa è la loro descrizione come è generalmente  diffusa e che io non ritengo precisa. Essi sono molto bassi (da 1,30 a 1,50 m),  hanno una carnagione di solito grigia e una grande testa calva (sproporzionata  al corpo). Gli occhi sono enormi, neri, ovali e giungono fino alle tempie, hanno  3-4 dita lunghe, il naso e le orecchie sono formati solo da due piccoli orifizi  e la bocca è piccola e sottile senza labbra. Sono glabri, hanno il mento a punta  ed hanno le braccia lunghe. Sembra che nelle loro vene scorra un liquido  particolare; sembra inoltre che un organo centrale pompi questo liquido incolore  e denso. Indossano tute aderenti o lunghe tuniche con cappucci; di solito  raccolgono campioni di ogni genere, compresi uomini (abduction) che vengono  rilasciati dopo apparenti esami medici. Possiedono la tecnica impiantistica ed  eseguirebbero manipolazione genetica sull’uomo e la creazione di ibridi tra  alieni ed umani. Spesso i grigi mandano delle creature forti e aggressive  (Chupacabras) a raccogliere campioni di ogni genere (anche parti di animali).  Essi di solito vengono chiamati anche EBE (Entità Biologiche Extraterrestri)  anche se una simile definizione va correttamente applicata agli alieni in  generale. Essi avrebbero fatto un patto con il governo USA, il quale avrebbe  chiuso un occhio sui rapimenti in cambio di tecnologia, ma i grigi avrebbero  moltiplicato esageratamente il numero dei rapimenti. I grigi forse provengono da  Zeta Reticuli (cosa molto poco attendibile) ed ne esistono almeno 12 varianti,  che differiscono per il tipo di dita, per il colore, per l’altezza, per gli  occhi, per le increspature, ecc, anche se molto più attendibilmente le varianti  sono solo tre. Inoltre non si è ancora certi se si tratta di una evoluzione dei rettili, degli  insetti o di qualche forma sconosciuta di vita.
Esseri umani geneticamente modificati dagli alieni: la loro esistenza è  molto probabile ed è comprovata dai tantissimi racconti delle persone rapite  dagli alieni nonché da prove concrete come l’analisi scientifica dei loro  capelli. Nel 1998 furono analizzati dei capelli caduti ad esseri alieni che  effettuarono un rapimento a danno di un uomo di nome Peter Khoury. Tali capelli  evidenziarono un DNA umanoide anomalo, con la presenza di due tipi di DNA, con  un raro DNA di tipo Cinese/mongolo nel fusto del capello e un raro DNA di tipo  Basco-Gaelico nella sezione della radice, con dei geni modificati per una  maggiore resistenza ai virus ed alle malattie. Successivamente si è appurato che  un simile capello poteva essere creato solo utilizzando tecniche di clonazione  umana e di ingegneria genetica avanzata. I dati delle analisi confermarono la  versione raccontata dal rapito sotto regressione ipnotica.
Le mantide: L’esistenza di questi alieni è improbabile. Essi sono una  variante dei grigi con un aspetto più filiforme, fortemente simile ad una  mantide religiosa. Sono alti, hanno occhi prominenti ed hanno gli arti e i  toraci allungati. Sembrano più insetti che mammiferi ed inoltre si dice che  abbiano movimenti rapidi e convulsi. Dovrebbe essere la specie dominante. A dire  il vero, sembra che il loro aspetto descritto derivi da una distorsione mentale  indotta ai rapiti dagli alieni, e quindi l’aspetto reale di qeusti alieni  dovrebbe essere quello dei rettiloidi o quello dei Grigi.
I nani corridori: L’esistenza di questi alieni è improbabile e  deriverebbe da alcuni falsi realizzati essenzialmente in ceramica. Tali alieni  sono molto piccoli (70-80 cm), hanno una corporatura tozza con arti superiori  appena accennati ed arti inferiori ben sviluppati. Hanno occhi scuri e profondi,  una pelle rugosa marrone ed emettono un odore simile allo zolfo. Sono esseri  creati dai grigi al fine di eseguire determinati compiti.
I rettiloidi o sauroidi: L’esistenza di questi alieni non è comprovata  da prove attendibili. Questi alieni sono una razza guerriera, alta fra 1,8 e 2,8  metri, forse proveniente dalla costellazione del Drago. Si dice che avrebbero la  pelle formata da piccole squame sottili non levigate, gli occhi sono ovali e  giallo-verde con una pupilla a stella. Essi avrebbero come fine quello di  conquistare la Terra e sono interessati a fare scontrare tra di loro gli esseri  umani allo scopo di indebolirli. I rettiloidi sarebbero i mandanti dei rapimenti  umani, e quindi i grigi sarebbero soltanto semplici esecutori (cosa che ritengo  improbabile). Si ritiene che siano loro la razza aliena antagonista dei Grigi,  che essi abbiano contratto(e violato) dei patti segreti con USA ed URSS durante  la guerra fredda, che abbiano dei comportamenti negativi nei confronti della  specie umana.
I javas: indossano dei cappucci e delle toghe, sono bassi e sotto il  cappuccio si intravedono occhi incandescenti. Più volte sono stati visti  dirigere le procedure mediche e comunicare telepaticamente con il rapito.  Probabilmente la loro descrizione deriva da distorsioni mentali indotte ai  rapiti dagli alieni.
I nordici: hanno fattezze umane e sono alti. Anche costoro derivano da  distorsioni mentali indotte a persone rapite dagli alieni.
I blu o guerrieri stellari: L’esistenza di questi alieni non è  comprovata da prove attendibili. Essihanno sembianze umane, con mento a punta,  labbra sottili, carnagione scura e traslucida, ed occhi a mandorla. I grigi e  gli USA avrebbero concluso un trattato, mentre i blu consigliavano vivamente di  non trattare con i grigi, ma gli USA non li ascoltarono. Forse provengono da un  mondo di Sirio o della stella Rigel.
I biondi o ariani: sono umani alti e biondi con capelli lunghi e  lineamenti dolci. Apparentemente collaborano con i grigi e possiedono la tecnica  impiantistica. Anche costoro derivano da distorsioni mentali indotte a persone  rapite dagli alieni.
Esseri apparentemente umani provengono dalle Pleiadi, dal pianeta Ummo  e da Altair 4 e 5. L’esistenza di tali esseri non è attendibile.
I giganti: sono alti 3-4 metri ed hanno scafandri luminosi e  auricolari. L’esistenza di tali esseri non è attendibile.
Gli yeti , le scimmie pelose ed altre creature dall’aspetto mostruoso,  nonché gli uomini con fattezze animalesche: sembrano un incrocio tra animali e  uomini, come lo yeti. Si ritiene che siano degli esperimenti alieni.
I giganti anomali: hanno naso e orecchie ad imbuto. L’esistenza di tali  esseri non è attendibile.
I nani verdi: sono molto bassi con orecchie da elefante, hanno lunghe  braccia, occhi quasi laterali alla testa, naso appuntito, occhi rossi e pelle  verde. L’esistenza di tali esseri non è attendibile.
Gli esseri parafisici o multidimensionali: non hanno consistenza fisica  e sono formati da una particolare energia. Si suppone che provengano da altre  dimensioni e a volte hanno una forma vagamente umana o a “macchie” di energia.  Sono praticamente sempre scambiati per fantasmi. Sembrano provenire da quello  che noi definiamo “l’altro mondo”, cioè dal mondo dopo la morte, e si presentano  come una forma molto più sviluppata di quella che noi chiamiamo anima.
Gli alieni cloni: sono umanoidi con la testa grande atti ad uno scopo  specifico. Essi hanno la completa assenza della suddivisione in sub-unità  anatomiche principali, come emisferi e lobi, nonché lo sviluppo ridotto della  parte intermedia del cervello (Diencefalo). Essi sono una sorta di robot biologico creato per clonazione, allo scopo di  eseguire certi compiti al posto dei loro creatori. Sembra che gli alieni-clone  si nutrano di una particolare energia (elettromagnetica?) e fuori dal loro  ambiente elettromagnetico si estinguono velocemente. Essi sono tutt’uno con  l’UFO. Tuttavia è da considerare che gli alieni cloni assumono sembianze anche assai  diverse, semplicemente perché sono la clonazione di robot biologici diversi. La loro esistenza e collocazione come alieni-clone non è certa.
Gli umani cloni: sono essere umani perfetti, creati ed addestrati da  intelligenze aliene per i loro interessi. La loro esistenza non è attendibile.
Gli scienziati alieni: c’è almeno una specie aliena che è dedica allo  studio del pianeta Terra e di tutti gli esseri viventi che lo popolano, specie  all’uomo ed ai suoi progressi tecnologici, con particolare attenzione allo  sviluppo di progetti spaziali e militari, come se si temesse che l’uomo potrebbe  diventare pericoloso per gli alieni. Dovrebbe rientrare nella specie aliena dei  Grigi. Sugli alieni di forma perfettamente umana si sospetta che essi siano delle  visualizzazioni mentali indotte dagli alieni attraverso la manipolazione visiva  dei rapiti o dei contattati; oppure (ma con minore probabilità) tali alieni  perfettamente umani potrebbero essere dei cloni o degli ibridi umani  addomesticati dagli alieni allo scopo di svolgere varie mansioni.
Studio della fisionomia dei Grigi
All’atto dei fatti, i Grigi non esseri negativi e comunque non sono nemici  dell’uomo. Piuttosto si schierano a difesa dell’uomo mettendoci in guardia da  razze aliene pericolose. I Grigi vengono sono bassi, dall’aspetto minuto e scarno, di carnagione pallida,  macrocefali (testa gigante), con tratti somatici poco evidenti, occhi totalmente  neri (ma solo per via di una lente a contatto), glabri (senza peli o capelli). Basandosi solo sul loro aspetto, spesso essi vengono definiti malvagi,  intriganti, cinici, con forza psichica notevole, ma con scarsa forza fisica e  vitale, compensata dall’intelligenza superiore. Le analisi di tutte queste  caratteristiche dei Grigi (e di molte altre) da parte di alcuni studiosi ci  rivelano il loro carattere: indole ostinata, ambiziosa, fredda e falsa, con la  logica che predomina sul sentimento, tendenza a comandare, ad imporre la propria  volontà e a tenere i sentimenti nascosti, possesso di maggiore energia psichica  che fisica, poca socievolezza, controllo emotivo. Infine gli occhi coperti da  una membrana nera (è una lente a contatto), li fanno sembrare dei protagonisti  di incubi, ed infatti per la nostra mente i Grigi vengono considerati come  qualcosa di negativo, se non qualcosa di demoniaco. Tutto ciò è molto improbabile, perché è un’analisi estetica basata su pregiudizi  umani. I Grigi non saranno dei Santi, ma sono tutt’altro che malvagi e si  mostrano decisamente amichevoli nei confronti dell’uomo.
Gli occhi alieni totalmente neri
Gli occhi totalmente neri di certi alieni appaiono così perché vi è una  pellicola morbida traslucida sovrapposta alla pupilla, pellicola che non fa  parte dell’essere, ma risulta essere una sorta di lente a contatto protettiva  (contro la luce). Le pupille hanno sono di grandi dimensioni, adatte ad essere  usate in ambienti con poca luce. Difatti il pianeta di origine di tali alieni è  più distante dal loro sole rispetto alla Terra, e quindi sono abituati a un  minor irraggiamento luminoso.
I vestiti più comuni
Si sono notati i seguenti abbigliamenti usati dagli alieni durante le loro  missioni: Scafandro o tuta aderente al corpo, a uno o a due pezzi; stivali o scarpe;  cintura con o senza fibbia; tuta larga con fascia alla vita e polsini; casco  sferico o ovale, con o senza tubi; polsini; guanti. Spesso gli alieni indossano  un tessuto metallico, di insolita resistenza pur restando soffice e flessibile;  questo tessuto ha una lucentezza opaca ed è di colore argenteo. In mano sono stati visti più volte una sfera o un cilindro paralizzante.
Il linguaggio
Alcuni alieni comunicano con gli umani attraverso la telepatia, altri comunicano  con un linguaggio universale telepatico, mentre altri ancora comunicano in  linguaggio terrestre. Le comunicazioni attraverso l’invio diretto di pensieri da  parte aliena sono facilitate da stati alterati di coscienza, e prima o poi un  contatto telepatico è seguito da uno reale. I messaggi telepatici vanno da  quelli saggi a quelli inutili, e la loro varietà rende impossibile trovare un  contenuto simile in questi messaggi.
Gli effetti fisici degli alieni
Dolorosi effetti fisici sono spesso dovuti all’azione di fasci di luce  sprigionati da strane armi a forma di tubo o si sfera, o dalle cinture.  L’effetto più comune dei raggi è la paralisi temporanea dell’individuo; altri  effetti dovuti a contatti alieni sono: condizionamento post-ipnotico, sonde  minuscole presenti sul corpo, effetti fisiologici (ustioni, dolori, malesseri  diffusi, irritazioni), psicologici (nevrosi, incubi, insonnia), e/o  psicosomatici (disturbi digestivi, visivi, auditivi, sessuali).
El Chupacabras
Ci sono tracce certe della sua presenza in tutto il mondo dal 1700 ad oggi. Il  Chupacabras è un essere collegato a fenomeni UFO, che succhia il sangue delle  sue vittime e le mutila di certi organi e muscoli. Lascia sul corpo della  vittima tre orefizi, a volte in più parti del corpo. A volte il corpo attaccato  mostra segni di morsi triangolari. Le vittime non presentano tracce di sangue  dentro e intorno al cadavere. Le vittime di solito sono gli animali, con  predilezione per i bovini che, guarda caso, sono animali geneticamente simili  agli umani. Non vi è dubbio che più Chupacabras siano stati creati dagli alieni  per prelevare velocemente fluidi, tessuti ed organi dagli animali per vari  scopi.
L’invisibilità degli alieni
Vi è un’ampia documentazione che attesta la capacità di esseri alieni di  qualunque specie di rendersi invisibili all’occhio umano, ma non a quello di una  macchina fotografica. Infatti non si contano le fotografie che mostrano veicoli  alieni e/o alieni in luoghi dove al momento dello scatto non c’era assolutamente  niente di insolito. Inoltre molte fotografie che mostrano misteriosi punti  luminosi, una volta sottoposte ad analisi computerizzata, rivelano la presenza  di umanoidi dai chiari contorni che ne caratterizzano la specie di appartenenza,  mostrando talvolta anche la forma della loro astronave. Il primo posto degli  esseri invisibili fotografati spetta alla Madonna (cosa forse voluta dagli  alieni), il secondo spetta ai grigi ed il terzo alle entità luminose fatte di  energia vivente.
La creatura di Salinas
Si tratta del caso documentato di una creatura di 30 cm con un cranio molto  grande che è stata trovata morta in una collina dietro Camp Santiago (Salinas,  Portorico). Ha una testa sproporzionata rispetto al corpo, occhi a mandorla  grandi e incavati, un piccolo naso con due narici, bocca senza labbra, orifizi a  posto degli orecchi, braccia lunghe, pelle lucida e dal colore verdastro.
Gli esseri di Chihuahua
Sono stati scoperti recentemente due crani appartenuti ad una donna amerinda e a  un bambino non umano. Dalle ricerche risulta che essi sono quello che resta di  due scheletri dissotterrati circa 65 anni fa in una grotta sita a sud di  Chihuahua, nello stato di Chihauhau (Messico). Gli scheletri vennero  sparpagliati da una tempesta che allagò il loro luogo di sepoltura, mettendo  così in evidenza i crani, che furono ritrovati da persone del luogo e poi sono  finiti in mano al ricercatore Lloyd Pye. Il cranio del bambino non umano: ha i  canali del nervo ottico completamente diversi da quelli umani, non ha il seno  paranasale, ha la forma del cranio ingrandita ed appiattita, non ha le tempie,  ha il buco sotto il cranio spostato in avanti in modo che la testa anomala possa  trovare il centro d’equilibrio sul collo. Dagli studi risulta essere una creatura umanoide non terrestre o un ibrido  alieno-umano in uno stato di buona salute al momento della morte; la più  attendibile è la seconda ipotesi, poiché le leggende del luogo parlano di ibridi  alieni-umani creati da una razza extraterrestre, che poi ha provveduto a portare  gli ibridi con loro, ma evidentemente uno deve essere morto ed è stato  seppellito, per poi essere ritrovato molto tempo dopo.
La fiera degli esseri assurdi
Nel Mar Nero a una ventina di metri nel sottosuolo, nella grotta di Movile, c’è  un ecosistema di piccolo esseri mostruosi che vivono nell’oscurità di un  ambiente saturo di solfuro di idrogeno. Ci sono almeno 33 forme di vita  sconosciute e altre evolute in modo inconsueto (ecosistema di Movile).  Potrebbero derivare da una contaminazione da parte di organismi alieni.
Inoltre non si può non menzionare quella che sembra proprio una specie aliena: i  Rods.
I Rods sono di solito lunghi oltre 16 cm ed abitano spesso in caverne o cavità,  anche se spesso ne escono e volano attorno alle persone vicine alla loro  caverne. Tuttavia, la loro presenza è stata documentata anche in zone dove  apparentemente non vi erano caverne o cavità. I Rods hanno lunghi corpi sottili  presumibilmente cilindrici con ai lati delle membrane che sembrano delle specie  di zampe, il cui numero dipende dalla taglia dei Rods. Essi appaiono di colore  apparentemente bianco luminoso e il movimento ondulatorio veloce delle membrane  laterali ne permette il volo velocissimo. Le riprese dei Rods non mostrano dubbi sul fatto che siano degli esseri  intelligenti, e li è anche ripresi mentre volando ad alta velocità con rapidi  cambi di direzione per evitare esseri umani sulla loro traiettoria come per  esempio si vede nelle riprese realizzate a Sima de las Golondrinas (Messico).  Essi volano così veloci che solo rallentando le immagini dei filmati è possibile  vederli. La cosa incredibile è che esiste una massiccia documentazione fotografica e  filmata di tali esseri, del tutto diversi da qualsiasi forma di vita terrestre,  ma ancora la scienza ufficiale si rifiuta di affermare la loro esistenza. Tali  esseri potrebbero essere di origine aliena.

About mondomisteri

Se le pagine di MondoMisteri ti sono sembrate interessanti, esprimi un giudizio da 1 a 5 nell'apposito campo. DAI UN VOTO

2 commenti

  1. E,interesante quello che avete relatato ma io mi chiedo perche altri persone e bisognio di prendere soluzioni e misuri in mio nome e vero no sono un scienziato ma credo chi dritto a autodeterminazione toca a tutti non e posibile chi o nazione di prendere decisioni per tutti!In ogni caso il discorso e che non si capisc
    e niente mi sento in nebia.no posso capire cosa vogliono questi allieni e di sono cosi potenti chebisognio hanno di fare patti con uno ho un altro!Dopo la mia opinione e solo fumo in ochi per poter fregare la gente no faccio riferimento ai allieni ci ai umani!Perche sono consapevole chie in tutto univ. chi e infinito di essere vita solo sulla terra.Arrivederci!

  2. L’uomo ha origine aliene! E’ tutto confermato ora!

    http://mry.altervista.org/ufficiale-luomo-discende-dagli-alieni/

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Birthday