utenti connessi
PHA: la plastica biodegradabile -
Crea sito
Home » Scienza » UltraScienza » PHA: la plastica biodegradabile

PHA: la plastica biodegradabile

phaL’attività di ricerca si baserà sulla produzione di poliidrossialcanoati (PHA) a partire da scarti dell’industria vinicola. I PHA sono biopolimeri di origine microbica che vengono prodotti e accumulati da alcuni batteri come riserva di energia e fonte di carbonio.

I biopolimeri o polimeri biodegradabili sono “polimeri progettati per andare incontro a cambiamenti di struttura chimica, ad opera di organismi viventi come batteri, funghi, alghe, che hanno come risultato la perdita di alcune proprietà” (Normativa ISO). La materia prima da cui parte la trasformazione per ottenerli è di due tipi: i derivati petrolchimici e la materia prima di origine vegetale, che offre la grande opportunità di essere rinnovabile. I poliidrossialcanoati come il PHA oggetto della ricerca “sono una particolare famiglia di biopolimeri di origine vegetale che si differenziano dagli altri per il particolare tipo di preparazione che non consta di un processo produttivo industriale (tradizionalmente inteso) bensì si avvale essenzialmente di batteri atti a portare a termine i processi di polimerizzazione per via intra-cellulare”.

Quindi in un futuro prossimo quando verrà utilizzata esclusivamente la materia prima di origine vegetale non sarà un problema se uno sprovveduto getterà una bottiglia di plastica in mare perché per i microrganismi  sarà una fonte di nutrizione non dannosa e in breve tempo la bottiglia sarà letteralmente disintegrata.

 

 

About mondomisteri

Se le pagine di MondoMisteri ti sono sembrate interessanti, esprimi un giudizio da 1 a 5 nell'apposito campo. DAI UN VOTO

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Birthday