utenti connessi
Il tempo fisico tridimensionale -
Crea sito
Home » Scienza » Spazio Tempo » Il tempo fisico tridimensionale

Il tempo fisico tridimensionale

Il tempo fisico tridimensionale

 

Cosa è il tempo.

Sin dall’antichità a partire da Platone, il tempo si pensava fosse lineare, assoluto ed immutabile o universale ma con l’avvento della rivoluzione scientifica e grazie al contributo di Albert Einstein nella Teoria della Relatività, oggi sappiamo che il tempo varia ciclicamente ed è relativo.

Secondo uno degli scienziati più stimati dell’istituzione scientifica sovietica, Nikolai Aleksandrovich Kozyrev, il tempo non è solo la sequenza di cause ed effetti, ma piuttosto la forma unica ed universale di energia che trasporta questi eventi, attraverso un canale di comunicazione: “Il calore”. Questa energia quindi quantizzabile, si può misurare come la portata d’acqua in una tubatura o il flusso di elettroni in un conduttore o il flusso magnetico in un nucleo di un trasformatore. Kozyrev, ritenne che tutte le forme di vita dovevano essere composte da una forma di energia invisibile e spiraliforme che ruota in verso orario. Kozyrev teorizzò che cose come la crescita della spirale del guscio di una lumaca o quale lato del corpo umano conterrà il cuore, sono determinati dalla direzione di questo flusso.

Stessa teoria è sostenuta dal ricercatore italiano Pier Luigi Ighina, nella scoperta del “monopolo” o “atomo magnetico” nel 1941 questo ricercatore però, viene considerato uno pseudo scienziato. Ighina ritenne che tutto è eterno ed immutabile ma solo l’energia magnetica è causa di tutto ciò che vediamo e percepiamo. Sostenne che l’energia magnetica è universale, tutti gli altri tipi di energia che si conoscano quali (l’energia nucleare, elettromagnetica, elettrica etc.) sono i suoi sottoprodotti inoltre aggiunse che l’energia magnetica parte dalle stelle con polarità positiva (come il polo nord del magnete), è fredda, gialla, luminosa, unipolare e ruotando in verso orario viene riflessa dai pianeti che la privano della sua luce, e da gialla le fanno assumere il colore blu, invertendo la polarità da positiva a “negativa” ed il suo verso di percorrenza da orario ad “antiorario” per poi ritornare al sole. Questa unione di energia ritmica pulsante, secondo Ighina, crea la vita come l’unione del giallo col blu formano il verde della natura e non solo ma anche fenomeni che lo scienziato definì illusionistici come: l’alternarsi del giorno e la notte, il caldo ed il freddo, il movimento di ogni cosa che si muove nello spazio e nel tempo, la forza pressione del suo peso esercitata su ogni corpo avente massa che ci sciaccia al centro del pianeta Terra, nota a tutti come “forza centripeta” o “forza di gravità”, poter aggregare e disintegrare la materia ed infine creare lo spaziotempo.

La spirale logaritmica o spirale di tempo è nota sin dall’antichità come “geometria perfetta della spirale”. Una spirale logaritmica è apparsa nel 2009 in Norvegia, (ed in altri luoghi e tempi) in uno strano fenomeno che vede un fascio concentrico e spiraliforme di energia blu, (probabilmente energia elettromagnetica) partendo dal basso verso l’alto e scontrandosi con una spirale gialla di energia ad alta quota, creando visibilmente un buco nero. Si specula i trasmettitori parabolici del riscaldatore ionosferico EISCAT la matrice di antenne Dynasonde situate in un’istallazione militare in Norvegia, abbiano pompato abbastanza energia da aprire uno squarcio nello spazio-tempo.

Il tempo può essere manipolato?

Gli scienziati hanno analizzato lo strano moto di alcune particelle del noto fenomeno dell’entanglement quantistico e, con grande sorpresa hanno scoperto che queste particelle descrivevano dei movimenti precisi ed ordinati, osservabili da tre angolazioni. Hanno concluso che erano influenzate dalla dimensione tempo, esse infatti disegnavano la vera natura e struttura del tempo a tre dimensioni. Ora è certo, è un dato di fatto, il tempo è tridimensionale come lo spazio, solo che è variabile, d’altronde se ciò non fosse, lo spazio rimarrebbe eterno. Il tempo reagisce con lo spazio creandolo, plasmandolo e distruggendolo. Se dunque, ci si può muovere avanti ed indietro nello spazio tridimensionale, allora, lo si può fare anche nel tempo.

L’immagine a seguire mostra in alto il fenomeno dell’entanglement fotonico ed in basso la ricostruzione 3d della struttura del tempo.

Il Tempo Fisico

In sintesi:

  1. Il tempo non è assoluto o universale ma relativo.
  2. Il tempo è l’energia che plasma l’universo e si trasmette col calore.
  3. Il tempo non è lineare ma ruota a spirale logaritmica (campo torsionale o tensoriale) che ruota in verso orario.
  4. Il tempo è tridimensionale.
  5. Il tempo è il vettore dell’asse polare del campo magnetico.

About rofex

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*

Birthday