Crea sito
Realizzato da: Pizzurro
1


Pizzurro Gabrielesu Google+
QRCode

MondoMisteri

 

Archivio

  • Archivio Storico
  • Ricerca Articolo
  • Categorie

    Apparizioni
    Archeomisteri
    Civilta
    Illuminati
    Manuale_PHP5
    Notizie
    Paranormale
    Profezie
    Scienza
    SpazioTempo
    SuperEnalotto
    Ufo
    blog
    inspiegabile
    medjugorie
    mostri
    mondomisteri

    Cerca Articolo



     
    29

    Jun

    2003


    I misteri della piramide di Cheope


    INTERVISTA A: MARIO PINCHERLE


    Quale delle sue scoperte giudica più importante?

    Sicuramente la torre Zed (Djed) collocata nella Grande Piramide, di cui non ho solo effettuato la scoperta materiale, ma ne ho anche compreso la funzione.

    Qual è la storia dello Zed?

    Lo Zed e la piramide sono due cose distinte. All'inizio lo Zed era una struttura a sé stante, poi fu piazzato in cima alla piramide di Saqqara ed infine è stato nascosto nella Grande Piramide. Lo Zed ha due canali propri che non corrispondono ai canali di aerazione della camera del re: uno punta verso la stella polare (nord) e l'altro verso l'Alfa del Dragone, che a quel tempo corrispondeva a Sirio (sud). Lo Zed è molto più antico della Grande Piramide e rappresenta la spina dorsale di Osiride, ovvero il contatto dell'uomo con Dio.

    Nel libro "Lo Zed", lei afferma di aver passato la notte nella camera del re. Come è andata?

    Stetti per un po' di tempo nella camera del re, mentre altre persone mi aspettavano fuori dalla piramide. Ad un certo punto uscii, convinto che fossero passate alcune ore, ma in realtà erano trascorsi solo alcuni minuti. Da lì capii che all'interno della piramide il tempo scorre diversamente.

    Non ebbe visioni, come altri che l'avevano preceduta?

    Nonostante a quel tempo mi interessassi di spiritismo, non ebbi alcuna esperienza di quel tipo. Sotto questo punto di vista è stato deludente.

    So che a cavallo degli anni '70 e '80 una signora, che la conosceva solo di fama, le fece recapitare dei messaggi, ricevuti in telescrittura, firmati da Enoch. Cosa pensa ora di quegli scritti?

    Chi mi fece avere quei messaggi fu colei che io chiamo la mia "segretaria telepatica". A quel tempo credevo a ciò che mi scriveva, però a distanza di anni mi sono accorto che alcuni messaggi sono inattendibili e che i messaggi realistici sarebbero validi per chiunque li leggesse.

    Dopo le lettere telepatiche da parte di Enoch, hanno cominciato a giungerle anche quelle di due entità particolari, una si faceva chiamare il Maestro. Come spiega queste due figure?

    Probabilmente la mia "segretaria telepatica" aveva mangiato troppo o si era montata la testa leggendo chissà cosa. Frasi come "noi siamo sulla Terra per aiutarvi" sono molto stereotipate. lo credo si possa dire tutto, ma bisogna anche avere delle prove.

    Come considera gli angeli?


    La parola "angelo" deriva dal greco "anghelo", cioè "annuncio" e questi annunci sono delle regole. Ad esempio, c'è un angelo che si chiama "Volume del triangolo = base per altezza diviso due" e più in là non va. Un altro angelo dice "questa sostanza mescolata a quest'altra dà origine all'acido solforico". Gli angeli sono tutte le regole, gli annunci e le verità dell'uomo.

    I suoi studi hanno fornito interpretazioni anche al fenomeno UFO?

    Una volta mi recai con degli assistenti sul monte Venere, nei pressi del lago di Vico. Stavamo aspettando un ritardatario e, nell'attesa, io e i miei compagni ci proponemmo di essere sul lago di Vico alle 15,15. Non riuscimmo ad essere puntuali ma, tempo dopo, lessi sul Giornale dei Misteri che lo stesso giorno dell'incontro, proprio sul monte Venere alle 15,15, era stato visto discendere un disco volante, il quale aveva pure lasciato delle tracce nel terreno. In quel momento capii che gli UFO sono qualcosa di molto diverso da ciò che credevo allora. Per verificare la mia teoria ho mandato alcuni miei aiutanti sui monti Sibillini, zona particolarmente ricca di avvistamenti, per filmare e fotografare eventuali UFO. L'operazione riuscì e dopo aver visionato le riprese e le foto mi sono reso conto che le manifestazioni ufologiche non sono altro che fenomeni dell'antitempo. Infatti nei filmati si vede chiaramente che gli oggetti volanti mangiano la propria scia. il fenomento ufologico non è altro che una manifestazione sul piano dell'antitempo, di qualcosa creato da persone che esistono sul piano del tempo. L'antitempo è quella forza che trasforma un pianoforte in organo, quando si ascolta il nastro magnetico al contrario. È dunque possibile creare questi appuntamenti.

    Le testimonianze che ha raccolto parlano di luci volanti. Anche lei ha visto luci oppure anche qualche navicella metallica?

    Mi trovavo con mia moglie in macchina, nei pressi di Ancona. Fu lei a notare una stella cadente che, invece di scendere, andava verso l'alto. Alcuni giorni dopo il mio elettricista mi riferì di aver dovuto fare delle misurazioni su un'impronta da UFO, proprio nella zona sottostante a dove avevo visto l'anomala stella. L'impronta dell'elettricista era identica a quella descrittami dai miei assistenti. Ciò significa che non dobbiamo più chiamarli oggetti volanti non identificati, perché sappiamo cosa sono: manifestazioni energetiche di forza pensiero che va verso il passato e che agisce allo stesso modo di come agiamo tutti noi, che andiamo verso il futuro. Il pensiero può fare qualunque cosa, può creare o eliminare organi e può anche lasciare tracce nel terreno.

    Come sono relazionate a Dio le figure dei patriarchi?

    Innanzi tutto bisogna dire che è stata fatta molta confusione nel distinguere tra Dio, i profeti e i patriarchi. Dio esiste pienamente solo in uomini come Cristo, i profeti sono persone che hanno determinate capacità, mentre i patriarchi sono i padri dell'Arca. I patriarchi viaggiavano sulla nave di Osiride, costituita da una doppia nave, cioè un'imbarcazione normale ed una rovesciata, legata sotto la prima. La nave capovolta era sott'acqua, creava una campana d'aria ed ospitava i sommozzatori che, attraverso il Nilo, riuscivano a giungere, in apnea, fino ad un corridoio subacqueo che usciva dall'acqua e portava in una tomba presso le zampe della Sfinge.

    << pagina 3 di 3

    1 2 3

    Collegamenti: LO ZED| LA GRANDE PIRAMIDE E LO ZED| INTERVISTA A: MARIO PINCHERLE| Crittogramma segreto di Cheope



    Se ti piace l'articolo condividi



    Pagine che potrebbero interessarti



    Fatal error: Call to undefined function session_is_registered() in /membri/mondomisteri/Menudati/Commenti/scrivi.php on line 101